Boldrini a Ostia a campagna Legambiente, diversità ricchezza

SHARE

Boldrini a Ostia a campagna Legambiente, diversità ricchezza

Con 200 bambini delle elementari e un ospite d’eccezione, Laura Boldrini, e’ partita oggi da Capocotta “Spiagge e fondali Puliti – Clean up the Med”, la campagna di volontariato ambientale organizzata ogni fine maggio da Legambiente in Italia e in tutto il Mediterraneo e dedicata alla pulizia degli arenili e dei fondali. ?Bottiglie di plastica, cotton fioc, pezzi di polistirolo, cartacce e involucri di ogni tipo, questi i rifiuti raccolti dai baby volontari sulla spiaggia libera del litorale romano. La stessa presidente della Camera dopo aver parlato con i bambini durante i vari laboratori organizzati da Legambiente ha indossato i guanti per partecipare alla giornata di pulizia. “I bimbi stanno lavorando per loro – ha detto Boldrini – hanno capito che per stare bene tutti bisogna metterci qualcosa?. Questo vuol dire fare cittadinanza attiva. E’ importante insegnare fin da piccoli sia la biodiversita’ ma anche la salvaguardia dell’ambiente. Oggi siamo qui a pulire la spiaggia ma e’ un’azione simbolica: noi vorremmo riuscire a pulire il modo di pensare di tante persone che ancora fanno gesti che vanno a danno di tutta la collettivita’”. Quest’anno l’associazione ambientalista ha inaugurato a pochi chilometri dall’Area Marina Protetta Secche di Tor Paterno, in anticipo il week-end di pulizia, in programma dal 26 al 28 maggio lungo tutta la Penisola, con un’anteprima a Capocotta e Ostia che ha visto la partecipazione del presidente della Camera Laura Boldrini e della sottosegretaria al Ministero dell’Ambiente Silvia Velo. “In Italia – ha dichiarato Rossella Muroni, Presidente nazionale di Legambiente – la biodiversità sta rapidamente diminuendo anche a causa dell’inquinamento legato al marine litter che ha conseguenze anche sulla salute dei cittadini, l’economia e in settori come la pesca e il turismo. Per contrastare questo problema, l’Italia faccia la sua parte e raccolga la sfida lanciata dalla direttiva Marine Strategy ai paesi membri: raggiungere il buono stato ecologico per i nostri mari entro il 2020. In questa partita è fondamentale puntare anche sulla prevenzione e una corretta gestione dei rifiuti coinvolgendo prima di tutto i cittadini come facciamo da anni con la campagna Spiagge e Fondali puliti dimostrando che un cambiamento dal basso è possibile rendendo partecipi in Italia e in tutto il Mediterraneo le persone e soprattutto le giovani generazioni”. “Quello che occorre incentivare oggi – ha spiegato Maurizio Gubbiotti, Presidente di Roma Natura – è un nuovo approccio nell’utilizzo del mare e delle coste, condividendo percorsi strategici con gli attori del territorio, favorendo una fruizione sempre più ampia e raccogliendo la sfida dello sviluppo locale che passa per valorizzare la piccola pesca artigianale, un turismo più ecosostenibile e una mobilità alternativa. Quel modello virtuoso che ci è imposto dall’Europa e per il quale la Regione Lazio e l’Area marina protetta Secche di Tor Paterno, che rappresenta un tassello fondamentale del sistema dei Parchi di RomaNatura e un’eccellenza del mare di Roma e del nostro Paese per il suo patrimonio di biodiversità, hanno dimostrato nella governance di questi ultimi quindici anni, di avere tutti i numeri e le idee e le infrastrutture per diventare un modello a livello nazionale, coniugando salvaguardia della biodiversità e fruizione sostenibile dell’area marina protetta”.

Boldrini a Ostia a campagna Legambiente

elive-logo-piccolo-copia

Èliveromatv la TV della CAPITALE