Home Notizie Articoli Rebibbia, percorso note in carcere per “controllare l’odio” 

Rebibbia, percorso note in carcere per “controllare l’odio” 

SHARE

Rebibbia, percorso note in carcere per “controllare l’odio”

Corridoi sonori per sopravvivere al carcere, alla sbarre, alla reclusione.

Un percorso di note lungo 357 metri che verrà inaugurato il 14 dicembre a Roma presso la sezione

femminile della Casa Circondariale di Rebibbia da Franco Mussida, presidente del

CPM Music Institute, affiancato da Federico Zampaglione dei Tiromancino.

Il progetto prevede al sonorizzazione di corridoi, che separano gli spazi detentivi da quelli

di colloquio e consultazione, con la musica strumentale tratta dalle audioteche del

progetto CO2 “Controllare l’odio”, attivo in 12 carceri italiane e sostenuto da SIAE –

Società Italiana degli Autori ed Editori. Il percorso sonoro è selezionato dalle stesse

detenute e teso al coinvolgimento emotivo attraverso precisi climi musicali e composizioni

scritte dallo stesso  Mussida. Le donne della Casa Circondariale potranno creare delle

playlist personalizzate tra 2000 brani.
Rebibbia, percorso note in carcere per controllare l'odio 

Èliveromatv la Tv di ROMA