Roma, usura e minacce per milioni di euro: arrestato strozzino di ‘famiglia’

SHARE

Roma, usura e minacce per milioni di euro: arrestato strozzino di ‘famiglia’

Agli arresti due uomini, uno strozzino che aveva ereditato l’attività dal padre e un complice indagato a piede libero. Il “vizio”

era quello dell’usura aggravata e della continua estorsione, un giro di affari ereditato dal padre di uno dei due che da almeno sei anni aveva fruttato loro milioni di euro.

Le indagini dei Carabinieri di Roma

sono iniziate nel febbraio scorso a seguito di una denuncia presentata da un imprenditore che, dopo anni di vessazioni, ha deciso di denunciare i suoi strozzini.

A fronte di un prestito iniziale di 630.000 euro, la vittima ha elargito, in sei anni, la somma di 4.246.000 euro circa, pari all’interesse complessivo del 673,97% circa (interesse annuo del 112,33% circa).

Gli accertamenti degli inquirenti hanno portato alla luce varie attività patrimoniali e bancarie, sufficienti al Gip di Roma ad

emettere le ordinanze di custodia cautelare. Le attività illecite

integrate alle minacce che gli usurai rivolgevano all’imprenditore,

li avevano altresì fatti diventare proprietari dei beni promessi a garanzia durante il prestito, beni come due terreni edificabili a

Roma e a Paliano (Frosinone) che sono stati sequestrati dalle forze dell’ordine e il quale valore ammonterebbe sui 7 milioni di

euro. Nell’operazione è stata identificata anche un’altra vittima: un gallerista romano che più volte avrebbe rischiato di perdere la propria azienda a causa degli elevati interessi richiesti.

Roma usura e minacce per milioni di euro arrestato strozzino

logo_èliveromatv

Èliveromatv la Tv dei ROMANI